RegExp: editor online per espressioni regolari

Saper utilizzare le RegExp è senza ombra di dubbio un gran vantaggio, in una singola espressione possiamo gestire un gran numero di “condizioni” altrimenti estenuanti da definire con la sola logica durante l’analisi un testo.

Ma ogni potente strumento ha di contro una pessima curva di apprendimento, ma per semplificarne l’apprendimento e l’uso sul lungo periodo ci vengono in aiuto alcuni utili tools online.

Probabilmente ne esistono molti altri, ma questi elencati di seguito sono quelli che preferisco sia al punto di vista dell’ampiezza funzionale che dal punto di vista visivo, quest’ultimo non da ignorare quando si ha che fare con pattern di testo dove colori e artifici grafici aiutano all’identificazione degli stessi pattern.

  1. http://regex101.com
  2. http://www.regexr.com
  3. http://regexpal.com

Java: identificare il sistema operativo

Spesso non basta che un linguaggio come Java sia Cross-Platform, il più delle volte l’interazione con il sistema cambia in base al Sistema operativo. Dunque diventa fondamentale identificare a run-time su che tipo di SO viene eseguito una porzione di codice.

Di seguito uno snippet di codice contenente una classe Java in grado di supportare l’identificazione del SO a run-time:

https://gist.github.com/kiuz/816e24aa787c2d102dd0

Tratto da: http://www.mkyong.com/java/how-to-detect-os-in-java-systemgetpropertyosname/

Usare una Fotoresistenza con Arduino

Un piccolo “snippet” di codice per utilizzare un fotoresistenza con Arduino.

Il codice è parzialmente tratto da:

Componenti

  • Una resistenza da 10K o una serie di resistenze per ottenere la stessa quantità (come ho fatto io)
  • Un fotoresistemnza (LDR, photoresistor…)
  • Un’interruttore (opzionale, inserito dal sottoscritto)
  • 3 fili ed una piastra per la prototipazione
  • ovviamente un Arduino sarebbe indicato averlo

Continue reading “Usare una Fotoresistenza con Arduino” »

Digressione

Hello world!

Ogni volta che inizio un nuovo progetto, studio un nuovo linguaggio o re-installo WordPress… lui ritorna.

In ambiente informatico è un emblema, rappresenta la fine e l’inizio allo stesso tempo, pur non avendo un significato lessicale di spessore.

Ha comunque poteri incredibili, come quello di dare inizio alle cose e darne giudizio. Decretandone spesso la fine ancor prima che esse abbiano potuto prendere forma.

Di solito poco prima di andare online con i miei progetti lo elimino per sostituirlo con informazioni o procedure che ambiscono d’essere le più azzeccate. Ma il risultato è spesso piuttosto scadente.

Per questo motivo oggi non l’ho cancellato, ma sono partito proprio da qui, “Hello World“.